Aumento del 16,2% dei fallimenti aziendali nel mese di marzo

CRIF ha analizzato la genesi dei fallimenti di marzo 2021 rispetto a quelli dell’anno precedente. Da diversi mesi si osservava una diminuzione del numero di fallimenti, ma a marzo 2021 hanno ripreso a salire per la prima volta rispetto all’anno precedente, per un totale di 688 fallimenti. Questo numero corrisponde a un aumento del 16,2%.

 

Numero di fallimenti nel 2020

Numero di fallimenti nel 2021

Gennaio

650

428

Febbraio

655

505

Marzo

592

688


Rispetto a febbraio 2021, i fallimenti a marzo sono aumentati del 36,2%.

Settori colpiti
Rispetto a marzo 2020, i settori che hanno fatto registrare il maggior numero di fallimenti aziendali sono le attività dei servizi sanitari (+400%), le attività di agenzie di collocamento (+300%) e altre attività professionali, scientifiche e tecniche (+138%).

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le attività di servizi di ristorazione hanno registrato invece un calo dei fallimenti pari all’11%, ma al tempo stesso un aumento del 54% rispetto a febbraio 2021.
Nel settore dei servizi di alloggio si registra un aumento del 60% dei fallimenti nel mese di marzo.