In Svizzera si registra un’incidenza di debitori inadempienti del 5,3%

Scarsa affidabilità nei pagamenti
La quota di debitori inadempienti CRIF è pari al 5,3% dell’intera popolazione di persone fisiche della Confederazione elvetica. Questo è un valore leggermente inferiore al 5.5% registrato nel 2015 ed è da ricondursi alla crescita della popolazione. Il numero assoluto dei debitori in Svizzera è infatti aumentato, da 438‘233 nel 2015 a 441‘706 nel 2016.

Se si osservano i singoli cantoni, si registrano differenze significative. I peggiori pagatori risiedono nei cantoni di Neuchâtel e Ginevra, dove il tasso sale al 8,7%. A ruota seguono Basilea città (7,3%) e Vaud (6,9%). Sviluppo positivo per il Ticino, dove la quota di debitori è migliorata rispetto all’anno precedente e risulta pari al 6.4%. Questo è da ricondursi anche al basso tasso di disoccupazione (fonte Seco). In generale si osserva che un tasso di disoccupazione elevato puó causare un aumento della quota di debitori.

Il Cantone Appenzello Interno, invece, ospita i migliori pagatori della Svizzera con un’incidenza di inadempienti che scende all’1,3%, il miglior risultato di tutta la Confederazione. Nella Svizzera centrale sono i Cantoni Uri, Nidvaldo, Obvaldo, e Zugo ad avere le incidenze più basse. 

Il cattivo esempio viene dalle città
In generale l’incidenza di debitori inadempienti è maggiore nelle città rispetto alle aree rurali. La peggiore percentuale si registra a la Chaux-de-Fonds con l’11,3%, seguita da Bienna (10,1%) e Neuchâtel (9,6%). Nella Svizzera tedesca è la città di Basilea ad assumere il ruolo di capolista con una percentuale del 7,5%, seguita da San Gallo (6,7%) e Lucerna (5,4%). Zurigo, la piú grande città della Svizzera, con il suo 5,2% si posiziona leggermente al di sotto delle media elvetica. Al lato opposto della graduatoria si trova Uster. La città dell’Oberland zurighese, con una percentuale del 3,5%, risulta la più virtuosa fra tutte le città analizzate.

La città e la campagna: grosse differenze!
Confrontando il tasso di debitori inadempienti delle piú grandi città con quello del relativo cantone, colpiscono i valori palesemente superiori dei centri urbani: si rileva il 10,1% di Bienna rispetto al 4,7% del Cantone di Berna, o analogamente il 6,7% della città di San Gallo rispetto all’incidenza del 4,7% registrata nel relativo cantone. Un’eccezione è rappresentata dalla città di Lugano, con una quota pari al 4.6% contro il 6.4% registrato nel canton Ticino.

*La quota di debitori inadempienti CRIF
Per la determinazione della quota di debitori inadempienti CRIF sono state considerate tutte le persone fisiche con una procedura di esecuzione in proseguimento (dopo il rigetto dell’opposizione) o titolari di un fallimento o di un attestato carenza beni. CRIF riceve queste informazioni da 500 aziende di tutto il territorio svizzero. L’indagine è stata effettuata il 31 gennaio 2016.